Cos’è la tonificazione muscolare e perché l’ems training può essere un valido alleato

Si sente parlare spesso di tonificazione, sia tra gli esperti del settore fitness che tra gente comune. Ognuno fornisce la propria definizione di tonificazione in base alle proprie conoscenze, esperienze o per sentito dire. Ma siamo sicuri di conoscere il vero significato di tonificazione? E come può esserci d’aiuto l’ems training?

Questo articolo si pone l’obiettivo di rendere limpida e non interpretabile la definizione di tonificazione, discostandosi da ogni miracolosa scheda d’allenamento per il dimagrimento o la tonificazione “rapida e senza fatica”, ma piuttosto vorrebbe essere un valido strumento per aiutare il lettore a raggiungere il suo scopo.

Cos è la tonificazione muscolare?

Quando si sente parlare di tonificazione, nell’immaginario comune ci si riferisce perlopiù alla definizione muscolare, quindi muscoli più definiti, più tonici o comunque più in vista. 

Possiamo definire la tonificazione muscolare come un aumento del tono muscolare in attività e del tono basale a riposo. Per tono muscolare si intende l’attività muscolare riflessa e costante che mantiene l’assetto posturale del corpo opponendosi alla forza di gravità e che interviene nel momento in cui i nostri muscoli compiono un lavoro. Il tono basale invece è il minimo grado di tensione muscolare che si riscontra quando i muscoli non compiono lavoro. 

Entrambi i toni contribuiscono a migliorare l’assetto metabolico-funzionale della muscolatura. Ma in che modo? 

Modello tricompartimentale del muscolo: focus sulla FFM

Per capire come, è prima necessario introdurre il concetto di modello tricompartimentale del muscolo: massa magra (FFM), massa grassa (FM) e acqua (TBW). Quando il muscolo si tonifica si verificano dei cambiamenti a carico di questi 3 compartimenti. Quello che è importante sapere è che andiamo ad agire direttamente sulla massa magra, quindi incrementandone il volume. 

La FFM può essere a sua volta suddivisa in massa intracellulare e massa extracellulare. La massa intracellulare è la diretta responsabile dell’inizio del processo di tonificazione. Costituisce il tessuto metabolicamente attivo del corpo ed è composta da organi, muscoli e cellule del sangue. Poiché è la parte metabolicamente attiva, la massa intracellulare è quella direttamente coinvolta nei processi biochimici di scambio di nutrienti, ossidazione del glucosio, scambio di ossigeno e ha un alto contenuto di Potassio.

La massa intracellulare ci fornisce indicazione sulla domanda di ossigeno da utilizzare, sulla produzione di biossido di carbonio ed è la diretta responsabile dell’innalzamento del metabolismo basale. La massa extracellulare è composta da plasma, liquidi, scheletro, collagene, fluidi interstiziali, fluidi articolari, ecc.; la sua principale funzione e’ quella di sostegno strutturale e di interazione con il compartimento intracellulare nel mantenimento dell’equilibrio tra ambiente intra ed extracellulare, che in un soggetto sano corrisponde ad 1, ovvero per ogni kg di massa cellulare corrisponde 1kg di massa extra cellulare.

Effetti dell’aumento della massa magra

Quando c’è un incremento della massa magra intracellulare, insieme al volume aumenta anche il dispendio calorico, perchè un muscolo di dimensioni maggiori utilizza maggiori quantitativi di nutrienti, dunque consuma di più. 

Questo aumentato consumo da parte della massa magra ha un effetto diretto sul metabolismo basale, ovvero le chilocalorie necessarie per il sostentamento degli organi.

Aumentando il metabolismo basale consumiamo di più e consumando di più abbiamo la possibilità di migliorare il set tricompartimentale del muscolo. Aumentando la massa magra il risultato sarà una riduzione concomitante della massa grassa; dunque è possibile affermare che durante il lavoro di tonificazione andiamo ad agire direttamente sulla massa magra e indirettamente sulla massa grassa. Il muscolo in tonificazione si presenta più voluminoso per l’incremento della parte magra e più definito per via di una riduzione della massa grassa indotta dall’incremento della parte intracellulare e del corrispondente consumo calorico.

Tonificare con l'EMS training

E’ possibile tonificare con l’EMS training? Se sì, quali differenze ci sono rispetto ad un allenamento per la tonificazione convenzionale?

L’EMS training può favorire lo svolgimento di allenamenti mirati con il coinvolgimento di più gruppi muscolari simultaneamente, favorendo l’utilizzo dell’energia in tutti i distretti coinvolti. Con la metodica EMS vengono reclutati più muscoli per sessione di allenamento e quindi è possibile sviluppare in modo omogeneo ed uniforme la crescita dei muscoli per la loro tonificazione.

Sviluppando la parte intracellulare presente in ogni distretto muscolare è possibile innalzare più rapidamente il metabolismo basale. Quindi con la tecnologia EMS il lavoro può essere più rapido, dato che in una singola seduta di allenamento da 20 minuti i muscoli vengono stimolati a compiere fino a 36000 contrazioni. Il vantaggio dell’EMS training sta proprio in questo, ovvero nell’alto impegno muscolare e nell’alto dispendio energetico richiesti in ogni singola seduta e per un periodo di tempo molto più breve.

La costante che deve esserci sempre, a prescindere dal tipo di  allenamento, è il mantenimento di un giusto apporto calorico e idrico in funzione dell’attività svolta, adattato in base all’intensità di allenamento.

Sfruttando l’accelerazione metabolica indotta dall’intensità di lavoro con EMS e, come già citato, dal coinvolgimento simultaneo di diversi gruppi muscolari rispettando i giusti tempi di recupero, sarà possibile andare ad innescare processi metabolici e neuromuscolari che porteranno alla supercompensazione e al miglioramento .

La supercompensazione è un processo fisiologico che si verifica in seguito ad un lavoro muscolare, che porta il tessuto muscolare dapprima ad una fase di stress (fase catabolica) e dopo, grazie al riposo, ad una fase di crescita e adattamento muscolare superiore al punto di partenza (fase anabolica).E’ proprio nella fase anabolica che avviene il processo di tonificazione, che è possibile raggiungere in minor tempo con l’allenamento EMS total body.

Consiglio

Dunque integrare nel proprio programma di tonificazione diversi allenamenti utilizzando la tecnologia EMS total body ha senso, specialmente nel caso in cui si abbiano esigenze di ridurre i tempi di lavoro. Una buona strategia alimentare supportata dalla tecnologia e un valido metodo potrebbero essere la chiave per il raggiungimento di una forma soddisfacente in base alle proprie esigenze. https://www.cryoniclab.it/ems-training/

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *